MAR CHE PASTA

Food design project: RICERCARE & RADICARE

Nuovi formati di pasta da abbinare alle tipicità regionali marchigiane.

Sono partito dal CIBO come necessità che assolve la funzione energetica del nostro corpo, per poi vedere come il MANGIARE si trasforma e rappresenta un’esperienza umana carica di significati in ogni cultura.
Da quando l’uomo passò dal nomadismo dell’essere cacciatore-raccoglitore alla conquista del fuoco e perciò alla vita stanziale e comunitaria, il cibo iniziò a essere manipolato, trasformato e cotto e nacque la GASTRONOMIA, grazie alla quale non ci si alimenta più solo per vivere, ma anche per ricercare gusto e piacere.
La CUCINA ITALIANA in particolar modo è quella che a detta di tutto il mondo si è dimostrata più capace nello sviluppo e nell’esaltazione dell’arte culinaria.

Le REGIONI in cui è suddivisa l’Italia, con la varietà del clima e dei paesaggi hanno fatto sì che l’estro e la fantasia che si possono trovare in ogni singola regione italiana producano la varietà e la ricchezza della cucina.
Perciò possiamo affermare che non è corretto parlare di cucina tipica regionale, ma di cucina tipica del BORGO, perché si possono riscontrare differenze consistenti nelle ricette anche in città vicine di una stessa regione.
Oggi l’arte culinaria è sempre più soggetta ad una raffinata RICERCA.

La PASTA in particolar modo è un oggetto di DESIGN, ovvero un oggetto frutto di un processo progettuale la cui forma è definita mediante una ricerca, soprattutto formale, per un’esaltazione del gusto e delle qualità del piatto; qui si inseriscono i miei formati di pasta.
Dopo aver compreso le tecniche di produzione della pasta, ho sperimentato svariati abbinamenti di tipicità regionali, arrivando a sintetizzare alcune ricette.
In seguito ho cercato di comprendere al meglio il rapporto fra prodotto alimentare e la pasta per far sì che il connubio tra i due elementi potesse creare una sinergia di sapori.
Oltre al disegno delle forme, anche gli stampi hanno subito un processo di sperimentazione permettendomi di realizzare il progetto e di passare dal prototipo al prodotto finito.
Il risultato sono delle forme nuove che rispecchiano al meglio l’arte culinaria italiana, traendo origine dal passato e dalle tradizioni degli alimenti e del territorio.

SPECIFICHE:
-Il packaging pensato è semplice ed essenziale ma allo stesso tempo concreto e materico come i prodotti del territorio in cui va ad operare.
La fustella si compone con tre punti colla ed ha una finestratura trasparente per mostrare il prodotto nella parte frontale, i colori sono i medesimi usati in tutta la grafica coordinata per conferire uniformità e riconoscibilità.
-Prototipi dal modello 3d: prototipazione il polistirene caricato di alluminio.
In seguito hanno subito la fusione a cera persa, sono stati immersi all’interno di gomma bicomponente per poi ricavarne i prototipi in cera che sono stati fusi in bronzo.
-La pasta è stata prodotta con farina di grano duro e acqua, essendo necessario risultasse pasta di tipo secco, a lavorazione ultimata, con l’ausilio di un torchio a pressione.

Food design project: SEARCH & ROOT

New shapes of pasta to match the typical food and recipes of italian region Marche .

I began considering the FOOD as a need that performs the energetic function of our body, with the aim of examin how EATING changes and represents a human experience full of cultural meanings.
From when the man turned from the nomadism (a fact that dealt with being a hunter-gatherer) to the conquer of the fire (and therefore to the permanent and community life), the food began to be manipulated, transformed and cooked. This fact caused the birth of the gastronomy, thank to which we don’t feed ourselves in order not to kick the bucket, but also because we want to look for taste and pleasure.
All the world says that the ITALIAN COOKING is particularly the one that proved to be capable in the development and in the exaltation of the cooking art.

The fact that Italy is divided into REGIONS – considering also the varieties of weather and of landscapes – let the creativity and the fantasy, which could be found in every single italian region, produce the variety and the quality of the cuisine. Therefore we can say that it is not right speaking about and typical regional cooking, but we have to speak about a typical cooking of the VILLAGE, as we can underline big differences in the recipes also in neighbouring towns of the same regions.
Nowadays the cooking art is always more under a delicate RESEARCH.

The PASTA is in a particular way linked to the DESIGN: the pasta begins to be an object made by a projectual process whose shape is defined by a formal research, in order to obtain an exaltation of the taste and of the quality of the dish. Here we can insert my prototypes of pasta.
After having understand the pasta production techniques, I experimented various combinations of regional typical food, I created some recipes.
Than I tried to understand the link between alimentar product and pasta as well as I could, as I wanted that the union of those elements could create a taste synergy. Apart from the shapes draw, also the moulds standed a experimentation trial, that let me realize my project and turn from the prototype to the finished product.
The result are new shapes that mirror perfectly the italian cooking art, getting their origin from the past and from the traditions of foods and territory.

DETAILS:
-The packaging that I thought is easy and essential but at the same time concrete as the products of the territory in which it is supposed to work. The punch is made of three glued points and it has transparent windows that should let us see the product is its frontal face. The colours are the same in all the project, in order to make it uniform and recognisable.
-3D-Prototypes: they are made of polystyrene with alluminium.Than they standed a lost-wax trial and have been immerged into bicomponent rubber, in order to obtain wax prototypes that have been fused in bronze.
-The pasta has been made with durum wheat and water, as it was necessary that it resulted as dry pasta, after having standed a process with he help of a pressure press.

1 2 3.13.2

4

6 5 copia27.18 9 10 11 12 13